Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Articoli con tag ‘led luminosi’

Reggitette da urlo

Signore e signore, tenetevi forte. Il mondo del reggiseno si rinnova, per una sensualità tutta da scoprire. Il vostro ménage è in calo, lo sguardo da femme fatale non funziona più? Non preoccupatevi, in nostro soccorso arriva il reggitette con i led luminosi per, così recita la pubblicità, “indirizzare la via del piacere” (nel caso in cui la vostra dolce metà avesse dimenticato il basic dell’approccio con il gentil sesso). E poi c’è anche il reggiseno con l’Ipod incorporato, per pause musicali tra un amplesso e l’altro (ma tanto che ci musichi a fare, in genere il maschio latino dopo la prima botta si addormenta con la bocca aperta russando come un mantice – della serie “ho lavorato in maniera, si prega di non disturbare…”). Ma c’è anche quello che ha due mani al posto delle coppe: questo assolutamente didascalico. Si presta però ad una doppia interpretazione: Prima:“Caro, guarda cosa ti perdi (ovviamente il lui in questione è incollato davanti alla partita e nemmeno una porno star riuscirebbe a distrarlo – o forse sì?…) Seconda: “Dal momento che tu non ci pensi mi consolo da sola” (lui sempre davanti alla partita, mentre tu, dopo aver sculettato mezza nuda davanti al suo naso, ti arrendi… e dai, che ti balena l’idea di chiamare l’idraulico, confessa…). E poi, nel catalogo delle stranezze da attaccare al seno c’è un “coso” dedicato alle spose virginali, quelle (saranno rimaste in due in tutto il pianeta) che decidono di concedersi solo dopo il matrimonio. Probabilmente lo indossano in età adolescenziale (quando gli ormoni impazzano e loro decidono di sedarli) e lo tolgono quando hanno pronunciato il fatidico sì e possono dare il via libera al loro primo amplesso con il principe azzurro. Questo affare per femmine illibate è dotato di un timer, impossibile toglierlo anzi tempo. Non so, forse a sfilarlo prima si innesca la fine del mondo, oppure al malcapitato che osa rimuoverlo succede qualcosa di irreversibile nei paesi bassi… Infine, oltre a quello eco-compatibile (la compatibilità però non l’ho capita, forse lo metti una volta e poi si squaglia senza lasciare traccia) c’è, TENETEVI FORTE, il Solar Power Bra. Direttamente dal Giappone, un completino verde con un pannello fotovoltaico, posto all’altezza del torace, che può fornire energia sufficiente a ricaricare un cellulare o a far funzionare un lettore Mp3 (della serie: “Amore, oggi mi sento elettrica…”, ma lui non capisce che si tratta di un’elettricità positiva, di quelle che si trasformano in un fuoco di passione, coglie solo l’aspetto “pericolo” e si ripiazza davanti alla tv…). E a me che già sembravano un azzardo i reggiseni con le nappine, le piume di struzzo e i diamanti…

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: