Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Shoah

Nel sessantasettesimo anniversario dall’apertura dei cancelli di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa, celebriamo, per la dodicesima volta in Italia, il Giorno della Memoria.

Per non dimenticare lo sterminio di 6 milioni di ebrei.

Ma non solo…

Categoria

Numero di vittime

Prigionieri di guerra sovietici

2–3   milioni

Polacchi non Ebrei

1,8–2   milioni

Rom

220.000-500.000

Disabili e Pentecostali

200.000–250.000

Massoni

80.000–200.000

Omosessuali

5.000–15.000

Testimoni di Geova

2.500–5.000

Dissidenti politici

1-1,5   milioni

Slavi

1-2,5   milioni

Totale

circa   17,37 milioni

Commenti su: "Shoah" (9)

  1. Sai che sei la prima persona che leggo, la quale cita anche altre “categorie”?
    Grazie.

  2. @sys: e non so se lo hai notato…le cifre sono imprecise…da un minimo a un massimo…chissà quanta altra gente è sfuggita a questa terribile statistica

    • Sì ho notato.
      ho studiato carte e documenti anche in occasione di Giornate del Ricordo, ossia quelle dedicate alle decisamente meno famose vittime delle foibe. e anche in quel caso non si hanno cifre sicure, anche perché non si sanno nemmeno se le si è ispezionate tutte le foibe utilizzate. Chi lo sa…

  3. E come si fa a dimenticare questo orrore? Più si legge e si ricerca più si scopre che è un orrore senza fine! E la cosa più triste è che non ci ha insegnato niente.

  4. @patrizia: no, non voglio pensare che non ci abbia insegnato niente. non posso pensare che tanta sofferenza mista a follia non ci abbia fatto riflettere. almeno un po’. quel tanto che basta per impedirci di aprire ferite che anche in minima parte possano somigliare a quell’orrore…

    • Avrà fatto riflettere gente come noi, “gente comune”. Ma non i potenti.
      Non ci sarebbero stati i desaparecidos in Argentina, le nefandezze di Ceausescu, i gulag Russi. E la lista può continuare fino all’infinito. Magari ne sappiamo di meno, come delle fosse comuni in Iraq, ma l’orrire esiste e persiste.
      Baci

  5. @patrizia: a proposito di desaparecidos, devi leggere “I vent’anni di Luz” di Elsa Osorio. Spero di vederti presto. Baci

  6. @patrizia: e quando tu traffichi con un nuovo progetto, sei un fiume in piena…ti conosco…un bacio grande

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: