Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Storie di Natale

Luigi, a Padova, ha rubato due bistecche. Pensionato di 77 anni, divorziato, ha rimediato una denuncia. Non era la prima volta, dicono, e allora hanno deciso di accanirsi…fino a quando un imprenditore toscano non si è offerto di pagare 24 miseri euro. Allora, come colpiti dalla bacchetta magica di Babbo Natale, i dirigenti del supermercato hanno deciso di ritirare la denuncia, facendo scattare una gara di solidarietà. Non si sa però come abbia reagito Luigi, cosa pensa nella sua solitudine pre-festiva che odora di panettoni e ragù (malgrado la crisi).

Il Luigi di Palermo (in realtà non so come si chiama), lo vedo sempre all’angolo di casa mia. Magro come un chiodo, allunga la mano timidamente picchiettando sui finestrini delle auto ferme al semaforo. Ha lo sguardo timido di chi non vorrebbe ma deve, di chi aveva sognato qualcosa per sé che non fosse condita dai gas di scarico. Venuto da lontano, forse dalle Filippine, ha inseguito un sogno che lo ha gabbato. La commessa del “mio” supermercato mi dice che ha una moglie che lo aspetta ogni sera. Io l’ho visto alla cassa, aspettava il suo turno con pazienza, fra le mani stringeva un piccolo cartoccio della macelleria. Lui le ha pagate le sue bistecche, con una miriade di monetine che non superavano i 50 centesimi…

Annunci

Commenti su: "Storie di Natale" (5)

  1. Sempre qui in zona, anche l addetta alle pulizie di un super è stata colta con le mani nei guanti e un sacco nero nel baule dell’auto. niente immondizia però, ma prodotti vari presi dagli scaffali. “non riesco ad arrivare a fine mese”.
    ricordo una canzone di De Gregori: tu da che parte stai? dalla parte di chi ruba nei supermercati, o di chi li ha costruiti rubando?

    sul momento resti un po’ così… io ci provo anche a capire. se soffri la fame e sei disperato…
    ma alla fine credo di stare dalla parte della legalità. sempre. perché mio padre mi ha insegnato che piuttosto si mangiano le patate prima e le scrorze poi, ma rubare no.
    credo che ci sia una scelta diversa possibile.

  2. Io invece devo ammettere, e non ne sono orgogliosa, che la vita mi ha insegnato che i principi e i valori che mi hanno insegnato i miei, cozzano con la realta’.Sulla ns lealta’ e onesta’ i furbi e le aziende ci guadagnano e io ne sono veramente schifata,amareggiata e incacchiata.Quindi, appoggio il signore che se non riesce a mangiare,tenta a sua responsabilita’ di prendere cio’ che la societa’ dovrebbe garantirgli dopo 40 di lavoro.Il cibo, la sussistenza, la dignita’.E, scusatemi ancora, tutti quegli Iper mercati con centinaia di dipendenti sfruttati, precari, sottopagati e probabilmente con manager e amministratori delegati vari con buoni uscita da milioni di euro di certo non si rovineranno per due bistecchine nonpagatw.Con questo non dico di promuovere un certo tipo di comportamento ma, non so voi, ma io la fame vera, quella che ti brontola lo stomaco, ti gira la testa perche’ sono due gg che non ,angi l’ho provata e dopo quella sensazione altrche’ se ruberei per mangiare!Non ho ragione, eh?! Pero’ anche questa e’ vita 😉

  3. @sys e patty: non credo che rubare sia la soluzione, per niente. è sbagliato e va condannato senza mezzi termini. ma la disperazione, la solitudine, l’amarezza possono indurre a fare cose che mai e poi mai avremmo pensato di fare…tutti, in vari modi, siamo entrati in vortici pericolosi. c’è chi ne è uscito indenne e chi no. tutto dipende da quanta forza interiore è rimasta a tua disposizione. se l’hai esaurita tutta, perchè la vita ti ha presentato troppo spesso conti salatissimi, puoi non avere più la lucidità per affrontare le cose in maniera dignitosa e socialmente corretta…

  4. Giustissimo.E’ un’ epoca davvero balenga direbbe la Litizzetto

Rispondi a Diemme Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: