Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Bla bla bla

Non tollero più le persone che ti ascoltano in funzione di se stesse. Stanno lì ad ascoltarti, apparentemente interessate, ma poi, nello spazio di un secondo, ti interrompono e cominciano: “Io, invece, e bla bla bla”. Ho capito, non esisto solo io al mondo … ma che palle… se ti racconto una cosa, idiota o importante che sia, potresti almeno avere la decenza di mostrare un nano secondo di interesse! Io ritengo di essere una buona ascoltatrice, non per niente alcuni/e mi usano come muro del pianto. Se qualcuno mi racconta i suoi problemi, cerco di mostrare l’interesse che meritano. Mi sembrerebbe poco rispettoso stare lì mutanghera, in attesa di trovare un varco per sciorinare il mio “io, io, io”. Sono del parere che se qualcuno sceglie me per raccontare i suoi problemi, ci sarà pure un motivo. E io non mi tiro indietro: ascolto e se è il caso esprimo la mia opinione. Per non parlare di un’altra categoria di persone: quelle che ti incontrano per caso o ti telefonano intenzionalmente, ti attaccano una pippa che non finisce più sulle loro vite disastrate, bloccano la tua di vita per un’ora e mezza, ti salutano e non ti hanno nemmeno chiesto “come stai?”. Così il mio mucchio di rami secchi si alimenta…ogni giorno che passa… e non ho rimpianti…

Commenti su: "Bla bla bla" (9)

  1. tasto dolente…
    l ultima volta questo scherzetto me l ha giocato una persona a cui volevo un bene dell anima.
    mi scrive un sms in un giorno che stavo davvero male (dopo il secondo intervento alla gamba) e mi chiede come sto. “Male… sto malissimo ce la faccio più”. Ora… premetto (libera poi di non credermi) non è che passo le giornate a lagnarmi, in ospedale facevo ridere il chirurgo e gli infermieri che mi giravano intorno tra aflebo e anestesia… il più delle volte giro con il nasone rosso da paiassa, ma se tu sei “cuore del mio cuore” magari sbaglio ma ho l idea di poterti dire quando sto di merda… beh insomma… la risposta è stata “Oh beh… ma non è che puoi lamentarti con me, mica ti ho fatta cadere io dallo scooter…”.

  2. Al peggio non c’è mai fine…no, questa proprio mi mancava. Che delicatezza! che sensibilità d’animo! E tu? L’hai messa nel mucchietto dei rami secchi come ho fatto io?

  3. all inizio le ho chiesto scusa.
    ho pensato che oggettivamente da un anno a questa parte sono monotematica… e non tutti sono come mia madre che mi sopporta da quando doveva aiutarmi a scendere dal letto anche solo per arrivare al bagno… forse sono diventata pesante e posso capire che…
    e lei mi risponde che “le scuse non le interessano, e non sa che farsene”. e mi ha tolto il saluto per una settimana.
    poi torna e mi dice “ho bisogno di te… possiamo dimenticare tutto?” e io ho accettato… anche se…
    e dopo 2 settimane sono andata nella sua città, le ho fatto una sorpresa e le ho detto “io sono qui, ci vediamo? parliamo…” “ah. ma io veramente oggi pomeriggio devo andare in palestra..”
    la sua città è a 375 km dalla mia.
    a quel punto sì, mucchietto di rami secchi.

    facciamo falò?

  4. @Angela: grazie e benvenuta… 😉

  5. @sys: carina la tua amica…dalle mie parti si dice: “ma comu ta scartasti, ca’ cannilicchia?” 375 km per sentirsi dire che doveva andare in palestra!!! ma bene… sì, sì, facciamo falò…bruci la città…che nerone al confronto… 🙂

  6. Uhm… ultimamente mi sembra che sei di umore nero! Non te la prendere, la gente è fatta così. Quando dici “sai mi è successo questo…” subito ti rispondono ” ma no come a me, signora mia cara!”. Ognuno pensa di avere diritto a lamentarsi perché i prorpi guai sono peggiori di quelli degli altri. E allora che fare? Niente se non evitare di raccontare le proprie cose a chi non sa ascoltare. Sorridi e buona domenica. E ricordati che il meglio deve ancora venire.
    Baci
    Patti.

  7. @patrizia argento: l’umore è un po’ nero, ma non troppo…direi altalenante…non racconto facilmente le mie cose, anzi…mi capita sempre più spesso di essere placcata dai racconti degli altri…no, cara patrizia non me la prendo…ma penso di potermi permettere di cancellare file che mandano in blocco il mio pc. l’importante, per me, è lasciare spazio alle persone che contano veramente…e quelle ci sono, per fortuna. non sai quanto bene mi ha fatto leggere che “il meglio deve ancora venire”. io lo aspetto, con un po’ di scetticismo dovuto alle ultime batoste, ma lo aspetto…giusto per non deluderti…baci a te, tantissimi

    • Sursum corda! direbbe il Cavaliere e direbbe bene.
      Il meglio verrà quando meno te lo aspetti. Nel frattempo …
      Ti aspetto per un caffè quando vuoi
      Ti abbracciamo
      Patti e Nunù

  8. Spero di riuscire a prendermi con voi anche più di un caffè. Grazie!!! Un bacio grande per voi

Rispondi a emmecarla Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: