Un confronto aperto sulle passioni, i sogni, le delusioni e le incazzature quotidiane

Archivio per 25 maggio 2011

Quelle che …

Le incontri ogni mattina. Davanti alla scuola. Tu che arrivi trafelata e loro che stanno lì a ciacolare sui figli, sul pilates e sull’aperitivo che faranno o che hanno fatto. sono le otto  e mezza del mattino e tu già sei stremata. ti sei svegliata alle 6, ciabattando e sbadigliando come un’ottantenne (con tutto il rispetto, per carità!!!), hai sistemato armadi, pensato alla cena, preparato colazioni in otto nano secondi, hai urlacchiato un po’ coi pargoli, giusto per scrollarli dal torpore, e hai quasi abbattuto la porta dell’ascensore nella fretta di recuperare quei 2 o 3 minuti che hai perso per trovare le chiavi della macchina (sotto il tappeto del bagno…ma come cazzo ci sono arrivate?). vabbè, insomma, sono passate solo due ore e mezza da quando ti sei svegliata e già hai mal di testa, il trucco disfatto da lacrime “allergiche”, il naso chiuso che ti costringe a boccheggiare e ad assumere un’espressione del viso da ebete, e un’andatura da moglie di frankestein, perchè hai indossato un cazzo di scarpe che sono sì bellissime, ma buone solo per stare in vetrina. e loro sono sempre lì, ogni mattina, cazzo ma come fanno? tutte “leccate”, il fondotinta che non cola, la matita nera che non “sbaffa”, le loro  borsettine griffatine appese al braccio e tacchi da delirio. loro sì che ci sanno camminare. mai una storta, un tentennamento. potrebbero scalarci una montagna!!! vabbè, lo so…tutta invidia, direte voi…può darsi…ma io mi chiedo: c’è una categoria femminile a cui è preferibile appartenere? vi ha mai sfiorato il dubbio che siete state catapultate in una dimensione che non vi appartiene?

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: